AlieniCospirazioni

“Black Knight”, un satellite alieno di 13000 anni fa disperso nello spazio

3 Min. di lettura

Quanti di voi conoscono la storia di “Cavaliere nero”, così chiamato dai ricercatori e da appassionati? Oggi ve ne parleremo per chi non ne fosse a conoscenza o vorrebbe approfondire questo argomento.

AS1

La storia di questo avvenimento risale nel lontano 1899, quando l’illustre e famosissimo scienziato Nikola Tesla intercettò questo segnale durante un suo esperimento, e nel corso degli anni si è sempre presentato suscitando l’interesse di appassionati, nazioni e società massoniche.

Per alcuni semplice spazzatura nello spazio, per altri “Satellite” extraterrestre. Questo “Satellite Artificiale ” ha suscitato l’interesse dei media principali dalla fine degli anni ’50, ed è diventato uno tra i più discussi oggetti nello spazio . In primo luogo si pensava che è un satellite spia russa, e come tale il Cavaliere Nero (Black Knight) ha afferrato l’interesse di milioni di persone in tutto il mondo, trasmettendo segnali radio da moltissimi anni.

La sua scoperta ha subito catturato l’interesse delle due super potenze del tempo (USA e URSS) e di altre nazioni, come la Svezia e il Burundi.

Anche semplici appassionati e ricercatori indipendenti lo studiarono,e uno di loro, un operatore Ham Radio decodificò  questa serie di segnali ricevuti dal Cavaliere Nero lo ha interpretato come una mappa stellare incentrata sul sistema di Stella Epsilon Boote, dal quale si presume  che il Cavaliere Nero, un  sistema di 13,000 anni fa. (Il Epsilon Boötis è una stella doppia della costellazione settentrionale di Boote Ha le denominazioni tradizionali Izar e Pulcherrima Il sistema Stellare può essere visto ad occhio nudo di notte, ma è necessaria la la coppia di piccoli telescopi , di risoluzione di apertura 76 mm (3,0 )o superiore -. Wikipedia)

Nel 1957, il Dr. Luis Corralos del Ministero delle Comunicazioni in Venezuela lo ha fotografato tramite Sputnik II mentre passava sopra Caracas. La cosa strana è che a differenza di quello Sputnik l e ll, satellite Cavaliere Nero orbitava la Terra da Est a Ovest. Sputnik uno e due in orbita Ovest a Est con la rotazione naturale della Terra per mantenere l’orbita.

STS088-724-67

Il St. Louis Dispatch e The San Francisco Examiner hanno scritto sul “Satellite”, il 14 maggio 1954. Il Time Magazine ha scritto su di esso il 7 marzo 1960. Ecco cosa hanno detto su di esso:

Tre settimane fa, i titoli hanno annunciato che gli Stati Uniti avevano rilevato un misterioso satellite “nero” ruota in alto su un’orbita regolare. C’erano le speculazioni nervosi che potrebbe essere un satellite di sorveglianza lanciato dai Russi, e ha portato la sensazione di disagio perchè gli Stati Uniti non sapevano che cosa stava succedendo sopra la propria testa. Ma la scorsa settimana il Dipartimento della Difesa ha annunciato con orgoglio che il satellite era stato identificato. E ‘stato un derelitto spaziale, i resti di un satellite Air Force Discoverer che era stato smarrito.”

giornali(articolo in questione)

Il 23 agosto 1954, anche la rivista di tecnologia Aviation Week e Space Technology ha rilasciato una storia, la quale fece arrabbiare il Pentagono che stava cercando di mantenere il segreto su questa faccenda, facendo cadere il velo di bugie che le riviste sopracitate raccontarono. Ecco un breve pezzo riassunto e tradotto per voi:

Il Pentagono, allarmato riguardo ai due satelliti precedentemente non osservati in orbita intorno alla terra, ha dissipato i dubbi con l’identificazione degli oggetti come naturali, comunque satelliti di tipo non artificiale. A capo del progettto di identificazione il Dr. Lincoln LaPaz, esperto di corpi extraterrestri dalla University of New Mexico. Un satellite sarebbe in orbita a circa 400 miglia, mentre l’altro oggetto si trova a 600 miglia. Il Pentagono pensava momentaneamente che i russi avessero battuto gli Stati Uniti nelle esplorazioni spaziali.

Astronomi e scienziati hanno calcolato che il peso di un oggetto simile dovrebbe essere di più di 10 tonnellate, un’enormità per un oggetto di tipo artificiale. Inoltre sembrava spostarsi al doppio della velocità rispetto ai satelliti lanciati da noi umani.


Nel 1963, Gordon Cooper è stato lanciato nello spazio. Nella sua orbita finale, ha riferito di aver visto in lontananza, oltre la capsula, un oggetto luminoso verde muoversi verso la sua nave spaziale. La stazione di tracciamento Muchea, in Australia, alla quale Cooper ha riferito dell’oggetto visto, raccolse sul radar il segnale dell’oggetto viaggiare da est ad ovest. L’emittente NBC ha riportato questo episodio, ma quando Cooper tornò sulla Terra, alla testata Reporter non è stato permesso di chiedere a Cooper circa l’oggetto non identificato. La spiegazione ufficiale data a Coopers dell’avvistamento era quella che “alti livelli di biossido di carbonio, hanno causato allucinazioni”.

Il “Cavaliere Nero” è un satellite extraterrestre mandato sulla Terra dai rettiliani per monitorare e programmare un invasione contro la razza umana?

O e un tentativo dei Pleiadiani di diffondere il loro amore nelle coscienze di tutti noi?

Abbiamo ignorato un tentativo di comunicazione?

Tutte queste domande resteranno per ora insolute, non fin quando noi della Chiave Orgonica studieremo questo evento. Un abbraccio e un saluto dal vostro caro Prometeo

35 posts

Sull'autore
Con la laurea in giornalismo in tasca e forte di esperienze dirette con esseri non identificati, Prometeo ha intrapreso un'infaticabile ricerca della verità. Guidato da un'insaziabile curiosità e da un profondo senso di giustizia, si è trasformato in un pioniere dell'ignoto, svelando al mondo i segreti nascosti sotto la piramide di Caiazzo e affrontando le misteriose creature del Lago Patria.
Articoli
Articoli correlati
Alieni

Pleiadiani: chi sono e come sono fatti

5 Min. di lettura
Cari e dolci fratelli di luce, sono Peppe Pluton, messaggero delle stelle, intercessore dei pleiadiani e portatore del verbo di pace intergalattico….
AlieniAttualità

Aurora boreale, un dono dei fratelli delle stelle

1 Min. di lettura
Carissimi e adorati fratelli terresti, sono Peppe Pluton, uomo di pace, comunicatore di amore e araldo delle genti dello spazio note comunemente…
AttualitàCospirazioni

Chiave Orgonica, tutto lo staff sotto attacco NWO

2 Min. di lettura
Sono tempi duri quelli che stanno attraversando tutti i membri del Comitato Chiave Orgonica. I nostri fan si sono accorti del fatto…

7 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *