Cospirazioni

Gli uomini col borsello: i men in black italiani

2 Min. di lettura

men in black italianiNegli USA il cosiddetto fenomeno dei Men in Black è molto sentito e il termine dà i brividi ai ricercatori indipendenti e divulgatori di verità d’oltre Oceano che si vedono puntualmente arrivare minacce da questi loschi figuri vestiti di nero.
E in Italia invece, a cosa si va in contro a parlare pubblicamente di certe cose (oltre ovviamente alla censura e alla derisione)? La risposta è semplice, alla visita degli uomini col borsello (i signori grigi o men in purse nel gergo).
Nel nostro paese questo fenomeno è relativamente recente e non ben documentato, infatti nessuno ha mai pensato di catalogare tutte queste misteriose visite sotto un’unica categoria, almeno fino ad ora.
Come lascia intuire il nome si tratta di uomini con un borsellino, sconosciuti alla zona che si aggirano con aria sospetta, spesso in abiti e occhiali scuri, in taluni casi con spille che riportano effigi massoniche.
Diversi attivisti sul suolo nazionale hanno documentato l’avvistamento di questi uomini sospetti dai loro terrazzini di casa, ed in diversi casi sono arrivati addirittura a suonare al campanello delle vittime, le quali fortunatamente hanno scelto di non aprire.
Chi vi sta scrivendo è stato recentemente vittima di due visite da parte dei men in purse, e posso assicurarvi che si tratta di qualcosa di poco piacevole.
Nel primo caso ero sul terrazzino intento a fotografare i tanker quando notai un tipo sospetto in lontananza fissarmi avvicinandosi con passo deciso, a tracolla portava un borsello grigio e occhiali specchiati, scelsi di rientrare in casa, lo sentii fuori dalla porta, ma fortunatamente dopo poco andò via.
Nel secondo caso venni disturbato nel cuore del pomeriggio dal rumore del campanello di casa, guardando dallo spioncino mi accorsi che si trattava di uno sconosciuto, ma non lo stesso della volta prima, aveva un borsello e occhiali neri, naturalmente finsi di non essere in casa.
Il caso che ha però maggiore rilevanza di tutti per la sua unicità è quello che vede coinvolto un famoso presidio contro le scie chimiche. Tale evento acquista valore in quanto si tratta dell’avvistamento di massa di un uomo con borsello riportante spilla massonica che si aggirava in modo sospetto nei pressi del presidio.
Fortunatamente ai ragazzi del presitio non gliela si fa sotto al naso e il tipo col borsello subito dopo l’avvistamento è stato identificato e allontanato con cori di protesta.

Attualmente non sappiamo con certezza chi siano questi uomini, cosa vogliano e chi li mandi, anche se abbiamo dei forti sospetti, questi non sono coadiuvati da prove.
Alcuni ricercatori nel ramo dell’ufologia credono si tratti di esseri non umani, altri semplicemente credono che siano agenti al soldo del governo e dei servizi segreti, i negazionisti invece si ostinano a dire che si tratta di testimoni di Geova o rappresentanti porta a porta, tesi ampiamente smentita dai dati raccolti.

96 posts

Sull'autore
Un italiano trapiantato in America da tempo, spinto da un'incrollabile sete di verità, combatte per smascherare inganni e ingiustizie, incurante di rischi e ostacoli. Impavido membro della Nevada Chemtrail Reports e del Mutual UFO Network (MUFON), conduce instancabilmente indagini personali, i cui risultati trovano spesso spazio sulle pagine di autorevoli riviste specializzate dell'Ohio.
Articoli
Articoli correlati
AlieniCreature Misteriose

In Trentino l'"Area 51" italiana

2 Min. di lettura
Trentino. Sono nel cuore delle Alpi, vicino alla ridente località di Folgaria a più di 1500 metri di quota. Qui si pratica…
CospirazioniCreature Misteriose

Men in black, o uomini col borsello: una testimonianza italiana

1 Min. di lettura
Qualche tempo fa è pervenuto alla redazione del nostro Comitato un video clip realizzato da un lettore della val di Non, che…

6 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *